Posts Tagged 'mibac'

lo stato dell’opera – aggiornamento

Italia Nostra – appello

Beni Culturali: Italia Nostra, Mibac intervenga a L’Aquila, Milano e Venezia

Roma, 6 mar. (Adnkronos) – La presidente di Italia Nostra, Alessandra Mottola Molfino, incontra oggi il ministro per i Beni e le Attivita’ Culturali Lorenzo Ornaghi. Lo rende noto la stessa associzione, annunciando la consegna di tre specifici dossier riguardanti L’Aquila, Venezia e Milano, con la richiesta di intervento del Mibac e la piu’ generale richiesta di un maggor attivismo da parte del Ministero.
“Il Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali deve riuscire ad assumere, in tempi rapidissimi, un ruolo propositivo e da attore protagonista quale, negli ultimi anni specialmente, gli era sempre stato precluso, facendolo assurgere a ministero minore o peggio inutile, declassato e scippato dei suoi esigui fondi”, afferma la presidente, aggiungendo che “empre di piu’ i cittadini si rivolgono a noi chiedendo di portare avanti cause specifiche contro una politica sbagliata e arrogante.
Questi cittadini vogliono essere rappresentati per la tutela dei loro interessi da organismi non politici che hanno a cuore solo il bene dei cittadini e del nostro Paese”.
“I nostri bravissimi avvocati sono impegnati in numerose cause in tutta Italia per tutelare il nostro patrimonio storico, artistico e paesaggistico, ma i casi che sottopongo oggi al ministro sono cruciali e altamente simbolici” afferma la presidente illustrando i tre dossie: Italia Nostra chiede di “intervenire con urgenza e fermezza per contrastare l’abbandono del centro storico de L’Aquila, le mega-opere che rischiano di distruggere Venezia e il parcheggio sotterraneo in piazza Sant’Ambrogio a Milano.”

L’Aquila…tre anni dopo – A tre anni dal terremoto, il centro storico de L’Aquila è un “buco nero”, una città fantasma. Italia Nostra indica al ministro quattro punti chiave per segnare una svolta e vigilare su quanto sta accadendo nella città: la fine del commissariamento, l’approvazione del vincolo paesaggistico, l’avvio dei lavori nel centro storico, il contenuto del Piano di ricostruzione adottato dal Comune .

Il clamore del terremoto ha fatto da passerella mediatica a politici senza scrupoli che hanno tradito la fiducia degli italiani e degli aquilani.

Le 19 “new-town” sono state costruite su terreni vergini, scempiando paesaggi integri, in qualche caso lontane dai centri distrutti di provenienza degli abitanti; senza servizi sociali, né possibilità di relazioni. Dopo 3 anni non esistono regole certe per il restauro del centro storico e per la ricostruzione, perché è tutto ancora nelle mani della Protezione Civile (organismo che agisce in deroga alle leggi ordinarie) e dei suoi commissari.
Italia Nostra chiede, per l’ennesima volta, e questa volta direttamente al ministro dei Beni Culturali, una legge apposita per la ricostruzione; con i finanziamenti e le regole di pianificazione e progettazione dell’intero territorio. Chiede che la gestione torni agli organismi previsti dalle leggi ordinarie, il diritto e le risorse necessarie per restaurare i monumenti, le piazze, le proprie case e pianificare il rinascimento della città e del territorio. Italia Nostra chiede che cessino le illegalità di gestione straordinaria affidata ai commissari; e ribadisce ancora una volta la richiesta di dimissioni del commissario della Protezione Civile per i beni culturali de L’Aquila e dell’Abruzzo, Luciano Marchetti.

LAquila-4-punti-chiave-per-segnare-una-svolta.pdf


foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 151,675 hits