piazza d’Armi – “Squarecity” – 2007

di GIULIO AVVENTI&SILVIA BOSCHELLO, STEFANO BARBIERATO, SILVIA BOSCHELLO, su http://europaconcorsi.com

583590516_large © Giulio Avventi&Silvia Boschello . Pubblicata il 30 Gennaio 2007.
340611733_large Museo e piazza del mercato © Giulio Avventi&Silvia Boschello . Pubblicata il 30 Gennaio 2007.

665895918_largeLa riqualificazione della zona di Piazza d’'Armi, secondo i punti contenuti nel bando di concorso, passa a nostro avviso attraverso un elemento unificante: il tema della piazza. Il nostro gruppo di lavoro, che per questo prende il nome di Squarecity, ha elaborato un progetto in cui la piazza viene considerata l’'elemento centrale del fare città. Ispirandoci a questo elemento urbanistico ibrido, in cui coesistono pieno e vuoto, abbiamo saputo collocare e combinare in modo armonico le funzioni richieste: interscambio, direzionalità pubblica e privata, promozione turistica, congressualità, tempo libero e attività complementari. L’'organizzazione del complesso si basa su uno schema a griglia orientato secondo una direttrice nord sud, andando a riprendere il castello dell'’Aquila come riferimento appunto per l'’orientamento, ma non solo anche per la misura che genera la maglia: avendo constatato che il castello può essere inscritto in un quadrato di lato 120m abbiamo lavorato usando una sotto multiplo di questa misura che potesse ordinare la Piazza d’'Armi e potesse dare una misura di progetto agli elementi che siamo andati ad inserire, tutto infatti è sviluppato secondo una griglia di base di modulo 30x 30m. Le diverse piazze (moduli della rete) si adattano inoltre al dislivello naturale del terreno dell'’area di progetto, mettendo l'’accento nella presenza di elementi orizzontali introducendo un solo elemento verticale significativo: la direzionalità privata, questo per soddisfare l’'eventuale richiesta di visibilità per scopi pubblicitari.

Questa rete di piazze sarà un nuovo centro precursore della vita cittadina con una densità tale di elementi strategici da farci attentamente considerare la sua rammagliatura al sistema viario esistente. In conclusione sarà un insieme di moduli che avrà un’’unità d’’insieme ma senza sovrapposizione.: come una rete appunto. L’’utente potrà in modo agevole accedere alla piazza-modulo che gli interessa oppure godere dell’’offerta d’’insieme di sport, ristorazione, cultura, promozione turistica che spostandosi nella rete da una piazza all’’altra.752034072_large1567859198_large1132139312_large443589785_large
Annunci

2 Responses to “piazza d’Armi – “Squarecity” – 2007”


  1. 1 Lucio Gialloreti (@LucioGialloreti) 25 gennaio 2013 alle 14:02

    Insomma Piazza d’Armi , una specie di L’Aquila centro bonsai!!??Ma chi paga queste progettazioni??

    • 2 adrianodibarba 25 gennaio 2013 alle 22:43

      anni e anni di intrighi mascherati da progetti, speculazioni mascherate da promesse di investimento, interessi privati spacciati per pubblica utilità, speculazione contrabbandata per urbanistica d’avanguardia….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 154,219 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: