su: “la ricostruzione è possibile”

Lettera di un amico friulano, che la Ricostruzione l’ha vista (e l’ha fatta)

lamacchinadellaricostruzione

Caro Adriano,

[……]
Per quando riguarda il terremoto dell’Aquila sono a tua disposizione per raccontare e documentare,….. non posso dimenticare di ricordarti che quel grande processo che fu la Ricostruzione del Friuli fu possibile perchè nel fondo di quel percorso c’era un progetto di futuro che si strutturò fortemente anche e soprattutto nella componente politica di allora, costruendo una filiera che coinvolgeva Regione Sindaci, Enti di secondo livello, parti sociali e cittadini sottraendo, poi,  la Ricostruzione dal conflitto politico di allora; conflitto, peraltro, tutto sommato civile.
Più volte mi sono chiesto cosa succederebbe se il terremoto ci colpisse ora e la risposta che mi sono dato, nell’esperienza quotidiana di contatto con la politica locale, è stato che oggi la situazione degraderebbe fino ad assomigliare sempre più a quella dell’Aquila che a quella che si verificò alla fine degli anni ’70 e durante gli ’80.
Anche in Friuli i cialtroni e gli interessi privati di pochi singoli organizzati hanno prodotto danni credo oramai non sanabili nel breve termine.
La Regione ha smantellato le sue strutture di Programmazione e Pianificazione, e da ultimo, le strutture che efficacemente avevano iniziato un processo virtuoso di utilizzo di fondi derivanti dalla UE. Si è costruito, scientemente, un deserto culturale e politico e quindi sociale mutuando dall’insano “lasciamo fare” un progressivo abbandono di strumenti di programmazione strutturati per disegnare “visioni di futuro” possibile.
La stessa politica locale è fatta di cialtroni stipendiati con sempre più rare eccezioni.
[…..]
D.C.
(illustrazione: la macchina della ricostruzione. da http://www.tieremotus.it)
Advertisements

1 Response to “su: “la ricostruzione è possibile””


  1. 1 Lucio Gialloreti 9 dicembre 2012 alle 19:40

    GIà siamo quindi un esempio…degradante ! Ma, ormai come leggo ,tutta Italia è paese!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 151,720 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: