porta Napoli

da http://www.cityrumors.it, 11 nov.

(foto Eleonora Floris)

A tre anni e mezzo dal terremoto torna di nuovo percorribile uno degli ingressi principali alla città grazie a un complesso intervento di recupero finanziato interamente dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila.

Sono serviti un anno  e mezzo di lavori e un finanziamento di quasi 380mila euro per restituire alla città e ai suoi abitanti uno dei luoghi simbolo e riaprire al traffico i due viali di Porta Napoli e Francesco Crispi. Uno dei monumenti maggiormente danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 da oggi torna agli antichi splendori grazie a un sapiente intervento di restauro che ci restituisce l’originario aspetto sia per quanto riguarda la struttura, sia per l’apparato decorativo e che per la cromia delle murature. Utilizzando le opere provvisionali di puntellamento, eseguite dai Vigili del Fuoco, anche come ponteggiature, si è intervenuti con un attento lavoro di consolidamento attraverso il posizionamento di opportune tirantature di contrasto eseguendo così anche il necessario adeguamento sismico; si è poi passati alla ricostituzione del paramento lapideo anche attraverso la reintegrazione di conci distrutti dal sisma, per concludere con la pulitura, reintegrazione, consolidamento, protezione e riequilibratura cromatica delle intonacature e dell’intero edificio.

[….]

L’intervento di recupero di Porta Napoli ha avuto come progettisti l’Ing. Giacomo Di Marco e l’Arch. Giuseppe Chiarizia, è stato seguito dai funzionari e tecnici della Direzione Regionale per i Beni Culturali e  Paesaggistici dell’Abruzzo e della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo Arch. Marcello Marchetti e geom. Giuseppe Scarsella. I lavori di recupero sono stati eseguiti dal Consorzio Stabile AbruzzoLavori.

EPPURE, LI’ ACCANTO….

da Antonio Gasbarrini, su FaceBook: “A qualche decina di metri, sullo sfondo, Porta Napoli. Nella scarpata, tra rovi e arbusti, una “pietra preziosa“. Fatta da me vedere, a cerimonia conclusa, al Direttore dei Beni Culturali Magani: è rimasto di stucco. E i plaudenti aquilani?”

Annunci

3 Responses to “porta Napoli”


  1. 1 Lucio Gialloreti 11 novembre 2012 alle 19:27

    Bellissima notizia quella del restauro della Porta, ma quella pietra”vagante” è qualcosa di spiacevolmente emblematico!

  2. 2 carlo gotti porcinari 21 dicembre 2012 alle 18:31

    In realtà si tratta di San Leonardo de Porcinari e non San Lorenzo.


  1. 1 porta Napoli | L'Aquila - Cerca News Trackback su 12 novembre 2012 alle 09:12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 153,270 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: