pubblicazioni

Valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in cemento armato. Controlli distruttivi. Controlli non distruttivi. Interpretazione delle fessurazioni. Analisi del degrado. Consolidamento strutturale
di Salvatore LombardoDario Flaccovio Editore s.r.l. –  ottobre 2012
da http://www.archimagazine.com

Questo testo vuole costituire una riflessione sull’aspetto della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti (scuole, ospedali, edifici per civile abitazione ecc.) in riferimento al capitolo 8 delle Norme tecniche per le costruzioni, argomento di sempre più grande attualità anche alla luce degli eventi sismici che frequentemente interessano, in maniera più o meno violenta, quasi tutte le regioni italiane.

Le forze sismiche danneggiano sempre le parti più deboli delle strutture, quelle cioè non correttamente realizzate o inidonee dal punto di vista sismico. Il sisma in Abruzzo, per esempio, ha causato danni rilevanti anche su edifici relativamente recenti, facendo emergere molteplici cause di ordine esecutivo, quali la non corretta piegatura delle estremità delle staffe nei pilastri, l’insufficiente armatura a taglio di pilastri normali e di quelli tozzi o resi tozzi, l’interazione della tompagnatura con il telaio, l’insufficiente armatura nei nodi non interamente confinati, l’insufficiente ancoraggio delle armature longitudinali delle travi nei nodi, infine la conformità del calcestruzzo impiegato rispetto alle previsioni progettuali.

È fondamentale pertanto rispettare le precise indicazioni delle NTC in particolare su:
– criteri da adottare per la valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti;
– percentuali minime degli elementi strutturali da indagare (per es. pilastri, travi) in relazione al livello di conoscenza da adottare (LC1, LC2 e LC3) per acquisire informazioni sulla geometria della struttura, sui dettagli costruttivi e sulle proprietà meccaniche dei materiali in base al tipo di analisi strutturale globale e dei valori dei fattori di confidenza.

Uno degli aspetti più rilevanti e delicati ai fini della verifica globale è costituito infine dall’interpretazione delle prove distruttive e non distruttive per la stima delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo o meglio dei calcestruzzi posti in opera.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 151,832 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: