ricostruzione residenze ATER

di Serena Franco, Alessandro Aceri

da http://europaconcorsi.com, 5 ott.

Il progetto prevede la realizzazione di un complesso residenziale nell’area in cui ne sorgeva un altro crollato a causa del terremoto. Abbiamo progettato un complesso composto da due edifici che si sviluppano su 4 piani fuori terra.

02---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

Le forme planimetriche derivano dalle linee delle strade circostanti e dall’idea di “fortezza”, aperta solo in due punti, uno che evidenzia l’ingresso ed un altro che guarda lo splendido panorama aquilano.

03---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

In alzato le forme sono molto compatte per non discostarsi troppo dagli edifici circostanti, ma sono caratterizzati dagli scuri scorrevoli rossi, i quali creano dei prospetti sempre diversi.

04---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

Al piano interrato c’è un parcheggio privato, mentre al piano terra trovano spazio tre locali pubblici: un bar, una libreria ed una sala polifunzionale ad uso dei residenti. Per superare il dislivello del lotto ci siamo ispirati alla scalinata della vicina Chiesa di San Bernardino. Il livello più basso si trova in prossimità dell’ingresso, mentre quello più alto guarda il panorama. Gli appartamenti sono di varie tipologie: monolocali, bilocali, trilocali ed appartamenti per famiglie numerose. Hanno tutti piante differenti e delle terrazze con del verde privato.

05---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

06---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

07---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

08---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

09---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

10

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

12

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

13---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.

14---_large

© Serena Franco . Pubblicata il 24 Settembre 2012.
Advertisements

3 Responses to “ricostruzione residenze ATER”


  1. 1 giorginacantalini 6 ottobre 2012 alle 08:00

    Non ci capisco, ma mi sembra un progetto molto bello. Adri, ti esprimi per farmi capire meglio?

    • 2 adrianodibarba 6 ottobre 2012 alle 08:43

      proposte di ricostruzione “in situ” e di rilettura “moderna” del tessuto urbano pre-esistente. Discutibili sotto il profilo “estetico” ma, a mio avviso, rispettose del contesto e del carattere urbano. Non inserimenti “cruenti” nell’assetto urbanistico e sociale pre-esistente. Riutilizzazione del suolo già urbanizzato, senza ulteriori sprechi e occupazioni di spazi inedificati. Insomma, io la vedo così.
      Se ti fosse sfuggito, guarda anche quest’altro progetto: stessa area, stesse considerazioni
      http://versolaquila.com/2012/04/11/unipotesi-di-ricostruzione/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 151,698 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: