“aumenta l’allarme….

…per patrimonio monumentale e artistico”   (Fabrizio Magani)

da Adnkronos, 27 mar.
La situazione, le problematiche e i progetti: il direttore regionale per i Beni Culturali ne parla con l’ADNKRONOS

Puntelli in ogni angolo di casa. Impalcature e tubi Innocenti a sostegno di ogni facciata. Cosi’ appare ancora, a tre anni di distanza da quel fatidico 6 aprile, il centro storico dell’Aquila. E per i monumenti la situazione non e’ migliore. “Com’era prevedibile piu’ il tempo trascorre piu’ aumenta l’allarme per la situazione conservativa del patrimonio monumentale e artistico di L’Aquila, ma le Soprintendenze hanno chiare le problematiche”, Spiega all’Adnkronos Fabrizio Magani, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell’Abruzzo.

Quanti monumenti, tra quelli danneggiati dal terremoto, sono stati restaurati e quanti, invece, si trovano nella stessa situazione iniziale? “Per quanto riguarda l’attivita’ del Ministero per i beni e le attivita’ culturali – spiega il direttore regionale – tramite la Soprintendenza si sono avviati i progetti del Forte Spagnolo, delle Mura Urbiche, della chiesa di San Pietro di Coppito, di palazzo Ardinghelli, e, in collaborazione col Provveditorato alle opere pubbliche, il cantiere della chiesa di S. Bernardino. Ricordo anche il fondamentale sostegno dato dal Fai per il restauro della Fontana delle 99 cannelle. Ma anche il fronte delle opere d’interesse storico artistico e’ condotto con attenzione”.
La lista dei 40 monumenti da adottare che fine ha fatto?
Secondo Magani “la recente ordinanza numero 4013 prevede che il Vice Commissario delegato, con la cessazione dell’incarico al 31 marzo, produca una relazione sullo stato degli interventi realizzati e in corso di realizzazione, che sara’ uno strumento importante per la futura programmazione”. Importante sara’ il coinvolgimento dei privati sul fronte dei restauri tanto “da auspicarlo- sottolinea il direttore – peraltro secondo il piu’ generale orientamento del Ministro”.
Come verranno effettuati i lavori di recupero dei siti artistici? Come avverranno i restauri, con quali tecniche e quali accorgimenti?
“La materia della conservazione del patrimonio architettonico e’ molto complessa -sottolinea Magani- come del resto e’ emerso nel corso di un recente convegno promosso dalla Direzione Regionale e dal Comune di L’Aquila. Le metodologie d’intervento vanno di volta in volta calibrate in base ai danni, a modelli e criteri d’intervento comprendenti anche il miglioramento strutturale”.”Va rammentato -conclude Magani – l’ambizioso progetto di recupero della raccolta di opere d’arte del Museo Nazionale d’Abruzzo, che si trovava negli spazi del Forte Spagnolo, seriamente danneggiato dal sisma. E’ prevista la destinazione nell’Ex Mattatoio, il cui restauro e’ al centro dell’iniziativa col progetto pilota Poli Museali di eccellenza nel mezzogiorno, promosso dal Ministero per i beni e le attivita’ culturali e da Invitalia”.
Annunci

0 Responses to ““aumenta l’allarme….”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 156,013 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: