“il simbolo dell’Italia che non funziona”

Salvatore Settis, 14 mar.

L’AQUILA E’ LA POMPEI DEL XXI SECOLO

Ha prevalso la cultura del nulla, la scelta mercantilistica delle 19 new town, invece della città ricostruita. Conflittualità, politica, affari, soldi gettati via, negligenza, rinvii sine die. Parole dell’archeologo e storico prof. Salvatore Settis, non del solito giornalista aggressivo e fastidioso (per il potere), dette durante la visita dell’intellettuale a L’Aquila, nei giorni scorsi.

Settis è stato accompagnato nel nulla del centro storico sempre più diruto e scheletrito, tra cantieri di chiese e palazzi, ma anche tra rovine che fanno ombra da tre anni. Altrove, ha detto, ci si è dati da fare per ricostruire, restituire alla gente città il più possibile simili a com’erano. E’ avvenuto in Umbria, in Friuli, nelle Marche. A L’Aquila non si è ricostruito, ma costruito altrove, creando una superfetazione urbana lunga 30 km, una sorta di megalopoli di baracche, case di legno, map, palazzine dette CASE. Intorno all’urbs devastata, sono spuntate 19 aggregazioni urbane, 19 new town. Niente altro. Se tutto ciò aveva un senso nell’emergenza, oggi non ne ha più alcuno. Questa è la realtà che mostriamo al mondo, ai visitatori, mentre in Giappone appena un anno dopo Fukushima, è in atto una vera ricostruzione. Silenzioso e dignitosa. Possiamo parlare, per L’Aquila, di due terremoti: quello geologico e quello innescato dall’uomo. Questo è quanto, nell’imminenza del terzo anniversario. Celebrazione già fatta, anticipata da Settis.
E anche funerale di ogni buona intenzione per far sì che L’Aquila aspiri al titolo di “capitale europea della cultura”. Ci pare davvero un’impresa donchisciottesca.”

Annunci

0 Responses to ““il simbolo dell’Italia che non funziona””



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 156,013 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: