amiche per l’Abruzzo

da “il Capoluogo”, 13 gen.

Avrebbero voluto lasciare da parte le polemiche proprio nel giorno del taglio del nastro del blocco didattico “Coppito zero” realizzato anche grazie ai fondi di “Amiche per l’Abruzzo” pari a un milione 300 mila euro; invece durante la cerimonia, davanti ad una folta platea di studenti e  sollecitata dalla domanda di una cronista, Fiorella Mannoia ha sbottato: «Questa è una città depredata; è un coscio da spolpare»  ha detto l’artista, poi ha ammesso che L’Aquila è «l’esempio della sconfitta della politica».

«Il pesce puzza dalla testa – ha aggiunto – Intorno a questa città ci sono stati degli scandali vergognosi. Questo non è un Paese in crisi, ma è un Paese corrotto. C’era gente che rideva la notte del terremoto». «Questi governi speculano sul terremoto così come sulle guerra – ha aggiunto Gianna Nannini – Quelli che ridevano li avrei uccisi di persona».

Poi ha chiesto a bruciapelo: «Dove sono finiti i soldi destinati dal conservatorio raccolto con i cd “Domani”? Noi siamo state fortunate visto che oggi inauguriamo una struttura dedicata ai ragazzi realizzata anche grazie alla nostra raccolta». «I vostri soldi sono stati spesi bene – ha rassicurato il provveditore alle Opere pubbliche, Donato Carlea – Questo polo didattico è stato realizzato al costo di 1.270 euro al metro quadrato».

[……]

Annunci

3 Responses to “amiche per l’Abruzzo”


  1. 1 Lucio Gialloreti 13 gennaio 2012 alle 20:09

    Sia la Mannoia che la Nannini sono artiste che non la mandano a dire! Sarebbe stato bello lasciare da parte per un giorno positivo, finalmente , le polemiche , ma non si può dar loro torto ! Lo stato dell”Aquila è il risultato di un certo tipo di politica e di conseguente mancanza di chiarezza! Ovvio ed inevitabile che si continui nello sfruttamento del..più grande cantiere d’Europa!

    • 2 adrianodibarba 13 gennaio 2012 alle 23:20

      … ovvio e inevitabile? mbah!
      Basterebbe che invece di essere “il più grande cantiere d’Europa”, fosse “un cantiere”

  2. 3 Lucio Gialloreti 14 gennaio 2012 alle 11:34

    Purtroppo inevitabile , alla luce dei fatti riscontrati in questi tre anni.
    Già , purtroppo hai ragione , si il più grande d’Europa, ma solo teorico e allettante a fini ..diversi!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 154,231 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: