Per gli Ingegneri non ci siamo

da http://www.ingegneri.cc, 23 nov.

Ricostruzione L’Aquila. Per gli Ingegneri Non ci Siamo

Agli Ingegneri italiani non piace come stanno procedendo i piani di ricostruzione della città de L’Aquila. Secondo i professionisti italiani, infatti, si registra un eccessivo allungamento dei tempi e molti edifici danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 registrano ritardi nell’avvio dei lavori di ripristino e riparazione. Altre criticità denunciate riguardano la “lunghezza e farraginosità” per iter degli interventi di ricostruzione post-terremoto; analogamente farraginosi sono anche i documenti prodotti dalla Struttura Tecnica di Missione (STM), vaghi nelle istruzioni per la formazione dei piani urbanistici.

 Ma gli Ingegneri non si limitano a dire ‘cosa non va’, proponendo anche la loro ricetta e affidandola a un documento redatto dal Centro nazionale di Studi Urbanistici e dal CNI e sottoscritto dalla Federazione degli Ordini degli Ingegneri della Regione Abruzzo.

Nello specifico sono cinque le proposte avanzate per risolvere la paralisi che ha bloccato la ricostruzione del capoluogo abruzzese: “Maggior sussidiarietà fra progettazione, programmazione e piani attuativi al coinvolgimento, sin dalla progettazione; professionalità locali che rappresentino il naturale tramite tra la società civile e le strutture tecniche di coordinamento. Dall’assicurazione, sin da subito, della fattibilità dell’intervento alla sua effettiva realizzazione attraverso l’apporto di tecnici esperti la cui serietà venga certificata da un apposito Codice Etico. Per finire con la conseguente modifica del Capitolato STM per rendere concrete e snelle tutte le prestazioni relative alla formazione dei piani di ricostruzione”.

Tutto questo viene ribadito dal CNI che puntualizza come “il piano di ricostruzione dovrà farsi carico, accompagnando dove possibile ed in modo tempestivo, con direttive più che con norme, con accordi più che con vincoli, un progetto edilizio complessivo che appare sempre più urgente e su cui concentrare tutte le risorse”.

Annunci

0 Responses to “Per gli Ingegneri non ci siamo”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 154,231 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: