ZR…puntelli…soldi sprecati…tempo perduto…… solita storia

L’Aquila: Dentro la zona rossa, fra i dubbi dei puntellamenti e della ricostruzione

di Patrizio Trapasso da “il Capoluogo”, 6 giu.

Via Costa Masciarelli n.2

«Vedi questo puntellamento? Secondo te a che puo’ servire?». Una domanda con facile risposta quella che mi rivolge Giuseppe Sordini, mentre mi mostra un puntellamento in legno nella sua abitazione in via Costa Masciarelli, al n.2. Via molto nota agli aquilani, raggiungibile da “capo piazza”, ovvero la parte alta di piazza del Duomo.

Difficile capirne le cause, di certo quel puntellamento non può aiutare in nessun modo l’opera di messa in sicurezza, dato che “si sposta con un grissino”, come diceva più o meno una pubblicità televisiva su un tonno in scatola.

Giuseppe conosce bene vari edifici in zona rossa, il suo lavoro di restauratore lo porta spesso a recuperare mobili antichi dalle abitazioni dei clienti. L’edificio al n. 2 dovrebbe essere stato messo in sicurezza, campeggia fuori un cartello della società e tecnici impegnati nel lavoro. Non sono tuttavia presenti nè l’importo dei lavori, nè una data del collaudo eseguito, nè le date di manutenzione previste.

 Perchè anche i puntellamenti a regola d’arte vanno periodicamente ricontrollati, oltre ad essere stati collaudati. Si fanno controlli sugli estintori, prendetene uno e vedrete che ci sono le date di verifica. Si fanno con le caldaie, e il comune ci tiene a ricordarvelo. L’elenco può essere lunghissimo, ma nel caso dei puntellamenti sugli edifici dell’Aquila, a suon di decine e decine di milioni di euro, sui cartelli esposti mancano spesso anche i dati più semplici che vi aspettate di trovare.

Ad esempio l’importo dei lavori. Lo cerchiamo nell’ultimo elenco disponibile sul sito del comune, risale al 15 marzo 2011. Via Costa Masciarelli n.2, compare, e lo stesso isolato risulta assegnato a due ditte, una delle quali indicata nel cartello. Ma l’importo manca di qualsiasi voce.

«E questa parete? Basta che la spingi e può crollare», mi dice ancora Giuseppe. Dentro l’appartamento, infatti, sono minimi i puntellamenti, eseguiti per lo più nella parte esterna e interna comune, con i tubi innocenti a creare il solito intreccio che ti fa sentire come una mosca in una ragnatela. Con il grissino unto di tonno tocchi la parete indicata, e poi la rilasci. Meglio non esagerare, dovesse cadere, sai chi li sente i condomini al piano di sotto!

In un’altra stanza, il soffitto presenta lesioni che lo stesso proprietario non ricorda, potrebbe essere il sintomo di un prossimo distacco. Il tempo (passato), le intemperie, le scosse continue, hanno fiaccato molti edifici per i quali la ricostruzione sembra ancora molto lontana. Abitazioni spesso vincolate, come il caso in esame.

Fra ricordi di vasi preziosi, andati in frantumi in quella lontana notte così vicina, e ora sparsi su uno dei due pavimenti pericolosamente incurvati verso il basso. Fra racconti che si possono immaginare, e seri dubbi su quando e come saranno eseguiti i lavori per il ripristino dell’edificio, torniamo infine in strada. Qualche piccolo ricordo, materiale, ci accompagna all’uscita, per essere ricollocato altrove, in un’altra casa.

Siamo fuori, dove il tempo torna a scorrere di nuovo, regolare, e continuo.

Dentro, è fermo. E tu con lui, al 6 aprile 2009.

Annunci

0 Responses to “ZR…puntelli…soldi sprecati…tempo perduto…… solita storia”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 153,799 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: