L’Aquila, capitale della rete viola

di Enza Blundo (da “Facebook)

Si è tenuto a Firenze Sabato 15 Gennaio l’incontro Nazionale della rete viola. Più di un centinaio i presenti in rappresentanza dei gruppi locali attivi di numerose città, promotori delle varie iniziative di contestazione pacifica che dal 5 Dicembre 2009 hanno interessato tutta l’Italia. Numerose le proposte emerse per future azioni ed iniziative, che verranno discusse e definite nei forum viola della rete, selezionando le più attuabili e condivise.

Punto fermo  la difesa della Costituzione, vera medicina contro i mali del paese, che troppo spesso non viene attuata. L’attenzione  è stata rivolta anche ai problemi del sociale: difesa del lavoro, come garanzia per una vita dignitosa e soddisfacente e non come ricerca di profitto; diritti degli studenti ad una maturazione umana, attraverso  l’istruzione garantita da una scuola pubblica non basata sulla furbizia, corruzione e prevaricazione; nonché la difesa dei diritti delle donne,  per dare loro forza e speranza nella giustizia.

Viola l’unico movimento a carattere politico, di livello internazionale  non etichettabile con i vecchi schemi ed in grado di raccogliere una sorprendente quantità di adesioni tra altri movimenti,  partiti, sindacati e associazioni, ha approvato, all’unanimità dei presenti, la proposta di eleggere come capitale della rete viola L’Aquila  con i suoi 309 Martiri non salvaguardati, con le inchieste aperte sugli appalti e sugli isolatori sismici, con i tagli ai fondi promessi per l’università e con lo scandalo dello smaltimento macerie. L’Aquila come sfida di una grande ricostruzione trasparente e partecipata, che simboleggia anche la ricostruzione del  cittadino dalle macerie di democrazia che stiamo vivendo. R

icostruire, attraverso strumenti regolamentari, la trasparenza di atti e informazioni inerenti l’attività degli eletti e di tutti coloro che esercitano un’attività pubblica, affinché il cittadino abbia gli strumenti per una partecipazione attiva nei processi decisionali e non si ritrovi più a subire scelte scellerate dispendiose e dannose per il bene pubblico.

Progettare insieme e concretamente un’Italia del buon senso, veramente libera, sobria e moderna. Questa sarà la sfida della rete viola  per restituire legalità e reale democrazia al Paese e alle sue Istituzioni.

(foto di Gianni D’Ambrosio)

Annunci

0 Responses to “L’Aquila, capitale della rete viola”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 156,099 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: