Placido Domingo

“E’ molto, molto triste – ha detto – Le persone non solo hanno perso le loro case, ma corrono anche il pericolo di perdere la loro memoria e le loro radici in questa città storica. Non si tratta solo di pietre, ma di persone – ha detto Domingo -.

Gli abitanti dell’Aquila non stanno cercando una nuova città dove poter vivere; vogliono che la loro città storica sia ristrutturata in modo che possano tornare a vivere là dove i loro antenati hanno vissuto per secoli”.

“Come Mantova, L’Aquila può essere definita culla dell’arte, della cultura e della bellezza. A nome di Europa Nostra, l’organizzazione di cui sono orgoglioso esserne presidente – voglio lanciare un forte appello per la salvaguardia del centro storico dell’Aquila ed i suoi dintorni.

Questa meravigliosa espressione dell’animo dell’Italia e dell’Europa non deve andare persa per le generazioni future”.

Annunci

0 Responses to “Placido Domingo”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Post più letti

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 155,318 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: