l’obbrobrio

di Luigi Fabiani, 9 giugno

Ai nostri parlamentari: ecco perchè la manovra finanziaria è un obbrobrio!

In Commissione al Senato si sta discutendo la “manovrina” finanziaria in cui all’articolo 39 si parla della proroga della sospensione delle tasse per le popolazioni colpite dal sisma. E’ un obbrobrio!
1) si proroga fino al 15 dicembre la sospensione solo per i lavoratori autonomi con VOLUME D’AFFARI (!) fino a € 200.000 su base 2008; praticamente nessuno, ovvero i professionisti (quindi con un buon reddito) e le bottegucce (piccoli bar e piccoli artigiani), creando una diseguaglianza spaventosa: un professionista con un volume d’affari di € 200.000 ha un reddito di € 150.000, una bottega artigiana o un piccolo esercizio commerciale con pari volume d’affari avrebbe un reddito di € 15/20.000.

Se bisogna fare una proroga bisogna farla sul reddito e non sul volume d’affari: si sospendono le tasse a chi ha un reddito inferiore a € 50.000 o 70.000 o 100.000: così, a prescindere da come si produce il reddito, vengono colpiti solo i redditi più alti.
2) E’ una discriminazione in quanto in Italia vige la norma che a parità di reddito c’è parità di tasse, sempre a prescindere da come si produca il reddito.
3) fino al 15 dicembre non ci sono scadenze perché i lavoratori autonomi pagano le tasse con l’UNICO a maggio del 2011: è, scusate il termine, una presa per i fondelli!
Tra l’altro, in questo modo, l’unica possibilità di rilanciare l’economia del cratere viene azzerata: i soldi “freschi” sono quelli degli stipendi e delle pensioni; se questi sono chiamati a pagare le tasse correnti + le tasse non versate nei primi sei mesi del 2010 + 1/60 delle tasse sospese nel 2009, uno stipendio lordo di € 2.000 avrebbe al netto una disponibilità di scarsi € 1.000, a cui bisogna sottrarre mutui, utenze varie, etc. Chi spenderebbe più un euro nei negozi, avendo una simile scarsità di risorse?
Ancora. Dal 1 luglio si riattivano mutui, contributi, finanziamenti, leasing, cartelle esattoriali (all’Aquila pare che Equitalia debba recuperare alcune decine di milioni di Euro). Le botteghe, i negozi e molti professionisti chiuderanno per bancarotta; anche perché non c’è possibilità di accesso al credito: quale garanzie immobiliari può offrire un imprenditore? le case non ci sono più!
Se lo Stato, le Banche, Equitalia, l’INPS e l’INAIL, ci concedessero una moratoria per un periodo medio (cinque anni) saremmo in grado di ripartire e, dal sesto anno, cominceremmo a restituire tutto quanto sospeso.
Vi ricordo che per l’alluvione di Alessandria fu messa la tassa di scopo, sospese le tasse per un anno e poi restituite dieci anni dopo nella misura del 10% (!), per l’Umbria e le Marche sospensione per 18 mesi e restituzione al 40% dopo dodici anni e in un periodo di dieci anni.
Per noi TUTTO e SUBITO.
Perché?
Un’ultima considerazione sulla Zona Franca: la Zona Franca crea una ulteriore concorrenza sleale in quanto chi viene all’Aquila ed apre un’attività, non paga tasse e contributi per cinque anni, poi ne comincia a pagare il 60%, poi il 40% e così per un totale di 14 anni.

Questa regola non vale per chi aveva già l’attività!!

Luigi Fabiani

Annunci

0 Responses to “l’obbrobrio”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 153,274 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: