…aquilani che parlano….di macerie

da Facebook, 8 febbraio

MS: ..ma può essere che nessuno risponde alla semplice domanda: “e le macerie, quando si tolgono?” mica sarà come l’incompiuta della metropolitana, l’infinita dell’ospedale regionale, l’evanescente pettino, la orrenda delle aree bianche, la mafia della banca della gente, il ridicolo della chiusura del centro storico, il torbido del centro turistico…ecc..ecc…??

SV io penso che per togliere le macerie dovrebbero requisire le cave dismesse ‘, altrimenti dove le metti? Ma quella è una lobby troppo potente!

MS quindi ce le mangiamo?

MD…o aspettiamo la decomposizione a opera di agenti atmosferici, o magari semplicemente un autocannibalismo terrestre col prossimo big one, tra qualche secolo… nel frattempo: new town a buffet!…(in fila per due col resto di qualche decina di migliaia).

MS ….ma forse qualcuno ad una risposta potremmo inchiodarlo. o no? invece di lamentarci perchè alla vicina hanno dato la c.a.s.a. con due bagni e a noi no, invece di farci venire crisi isteriche per il traffico, invece di lamentarci sempre per la pessima qualità del cibo dei ristoranti convenzionati con la protezione civile...’ste cazzo di macerie, le tolgono o no??

MD Due settimane fa m’avevano dato per certo che iniziavano le operazioni di rimozione di macerie dal centro, destinazione Bazzano, almeno provvisoriamente. Stasera qualcun altro m’ha detto che allo spostamento su Bazzano (Teges, giusto?) si oppongono gli ambientalisti. Il problema è che non si capisce più chi dovrebbe rispondere alla questione: Cialente, Chiodi, Stati, ??… C&C pare abbiano cominciato subito a glissare possibili incontri e confronti con la cittadinanza…
E il problema macerie non è limitato al solo centro. Lo facciamo tutti l’incrocio di Santa Barbara, no? Magari non tutti passiamo per Gignano, ma anche lì è uguale…e chissà in quante altre zone.
Qualunque risposta a me puzzerebbe di pragmatismo o ipocrisia o demagogia. A Santa Barbara e a Gignano si potrebbe andare con le carriole, non ci sono transenne intorno alle case a terra e neppure nastri rossi.

Temo che a questo punto (c.a.s.e. fatte, affare fondo immobiliare fatto, appalti m.u.s.p. fatti, allontanamento della cittadinanza dalla città a buon punto, …) non si inchioda più nessuno, non con le domande almeno.

MS: allora deve intervenire il famoso terzo uomo! che toglie le macerie, le mette dove cazzo più gli conviene e se ne fotte di ambientalisti e cazzate varie. o no? o stiamo ancora a parlare di democrazia e partecipazione? le macerie vanno tolte e subito. non c’è via di mezzo, non c’è inciucio, non c’è ambientalismo che tenga. è una priorità assoluta. adesso vedrai, dopo il famoso passaggio delle consegne, che cazzo di fine fa l’aquila. C&C meglio di B&B? solo più incapaci di fare affari. il che in questo momento, mi sembra davvero grave. a meno di uno stato migliore, giusto, trasparente, equilibrato, meritocratico. ma siccome questo è un sogno irrealizzabile…

SV: RIAPRIAMO IL/I centri storici del nostro Comune. Lo dico da giugno! Anche perché non si capisce a che serve questa militarizzazione visto che gli “sciacalli” entrano e i legittimi proprietari no (e ci costa pure cara). Mi sembra strano che B&B hanno espropriato tutto l’espropriabile (dei più poveri e non ad esempio della curia o dei vari costruttori) e non hanno trovato siti da espropriare dove depositare macerie, eppure il nostro territorio è pieno di ex cave in disuso (troppo influenti i proprietari?)

Annunci

0 Responses to “…aquilani che parlano….di macerie”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 153,787 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: