…nove mesi dopo

Nove mesi. Il tempo per far crescere in grembo una nuova vita. E per una città distrutta da un terremoto? Sguardo su L’Aquila nel giorno della Befana. La periferia e per periferia si intende anche montagna ad alta quota (Collebrincioni, Assergi, Camarda) è invasa dal piano C.A.S.E. Bertolaso a “Radio anch’io” a dichiarato che non si tratta di new town, ma di agglomerati contigui a ciò che c’era prima. Sempre il capo della Protezione civile dichiara che le abitazioni costano circa 1.400 euro al mq si arriva a 2.700

comprendendo i costi di urbanizzazione e per costruire parchi per bambini.

In italiano queste parole significano che in quelle aree scelte per le nuove abitazioni non c’era niente. C’erano i prati, in alcune zone gli aquilani ci andavano a prendere funghi e cicoria, oppure ci pascolavano le pecore. Un territorio sconvolto per sempre. Dunque piaccia o non piaccia si è realizzato ciò che il 6 aprile aveva pensato Silvio Berlusconi new town.

::::::::

I terreni scelti come a Preturo, Sassa, Coppito sono alluvionali, dopo giorni di pioggia spuntano laghetti, dopo il gelo le tubature non protette sono scoppiate, dove sono i pilastri c’è il parcheggio e da qui cola residuo di cemento, e dai tubi di scarico anche popò ed alcune macchine sembrano leopardi. :::::::: Cosa ancora più drammatica i disabili sono stati destinatari di appartamenti al secondo piano senza ascensore. In molte piastre non hanno un accesso dal piano terra, si deve passare sopra la terra oppure fare le scale.

A Collebrincioni gli appartamenti sono vuoti perché gli aquilani hanno rifiutato di abitare isolati dal mondo, senza negozi e servizi adeguati.

È chiaro che nove mesi non sono bastati per far ripartire una città.

:::::

Non sono tutti felici come racconta la tv!

nove-mesi-dopo-laquila.html

Annunci

0 Responses to “…nove mesi dopo”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




foto Yar Man, nov 2012

L’Aquila in diretta

webcam da www.MeteoAQuilano.it
da www.caputfrigoris.it

il sismografo di Massimo

che sia sempre "piatto" e giallo ! immagine "on-line" da http://www.laquilaemotion.it/sismografo/laquilaemotion/sismotion.html

Archivio post

Massimo Giuliani: “Il primo terremoto di Internet” (libro o e-book)



:: Acquista il libro di carta su Amazon
:: Acquista l'ebook su Amazon
:: Se non hai Kindle, nessun problema: clicca qui per sapere come leggere l'ebook.

Blog Stats

  • 153,183 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: